martedì 1 giugno 2010

MITOLOGIA INDIANA - Avatar non su Pandora! 11


E infine, al termine della nostra cavalcata tra i Desavatara di Vishnu, ecco Kalki(n).
Infine non a caso: Kalki è l'Avatar che verrà (secondo un etimo del suo nome: "kal ki avatar"), il decimo e ultimo Maha Avatara, che arriverà al culmine della corruzione di questo Kali Yuga. Il suo arrivo segnerà la fine di questo periodo "nero" per far ricominciare il grande ciclo con una nuova età dell'oro, un nuovo Krita Yuga.

Kalki è il "Cavallo Bianco" (o "Vishnu sul cavallo bianco", come viene raffigurato), e svolgerà il suo ruolo di Avatar coerentemente con i suoi predecessori: egli sarà il "distruttore della malvagità" ("kalka" significa anche "sporcizia, malvagità") che riporterà l'ordine al suo punto di partenza naturale.

Quando accadrà l'avvento di Kalki? Come nelle profezie escatologiche classiche, il "dove e quando" non sono specificati, a meno di non fare riferimento all' "anno di Brahma": il Kali Yuga (la nostra era) dovrebbe durare 1.200 anni e tradizionalmente è iniziato la mezzanotte del 18 febbraio 3102 a.C., momento della "morte" di Krishna.
Quindi ci troveremmo già in un nuovo Mahayuga (la sequenza di 4 yuga)... ovvero nell'età dell'oro!
Per non cadere in tentazioni Leibnitziane, ricordiamo che, per altri studiosi Vishnuiti, il Kali Yuga durerà 432.000 anni, e quindi Kalki apparirà sul cavallo bianco (e spada fiammeggiante) nell'iperbolica cifra dell'anno 428.899 d.C..

Il Kalki Purana è più preciso, specie negli obiettivi di Kalki: egli verrà a sconfiggere le tradizioni ritenute eretiche (dai gruppi integralisti Vishnuiti, per lo meno) in quanto non aderenti alla tradizione dei Veda, come Buddhismo e Giainismo.



Alcune piccole note
In alcune versioni del Buddhismo ritroviamo Kalki: egli sarà noto come Kulika, il re di Shambala, il leggendario regno che sarà fondato quando tutta l'umanità sarà illuminata.

In alcune rappresentazioni il cavallo di Kalki è alato. In alcuni passi è chiamato Devadatta, "Dono di Dio".

Ovviamente le interpretazioni di Kalki e del momento della sua venuta si sprecano, anche se molti studiosi concordano che la cifra di 432.000 anni sia simbolica (così come i 1.200 anni potrebbero essere non anni intesi in senso umano).

Come è avvenuto per il Messia atteso dagli Ebrei, nel corso della storia molti uomini si sono dichiarati come Kalki finalmente arrivato.
Savitri Devi Mukherji, autore vicino al nazismo, vide in Kalki la profezia dell'avvento di Hitler, destinato, a suo dire, a restaurare l'ordine e la superiorità degli Ariani.

Alcuni teosofisti (ripresi da alcuni esponenti New Age) hanno cercato di conciliare la figura di Kalki con quella del cavaliere in groppa al cavallo Bianco dell'Apocalisse tradizonalmente identificato con il portatore della "pestilenza"). A sostegno della loro tesi riportano che Kalki, in alcune fonti. affronterà i due gemelli Koka e Vikoka, in cui si vuol vedere la trasposizione dei Biblici Gog e Magog.

Per chi crede al 2012, ricordiamo che il calendario Maya riporta come data iniziale il 11 agosto 3114... non così lontano dalla data di inizio del Kali Yuga. Per i Maya siamo nell'era del quarto sole, come il Kali Yuga è la quarta era... si lascia al lettore la "facile" dimostrazione di come i 1.200 (o 432.000) anni indù possano esser conciliati col 21 dicembre 2012 (o 2013) attraverso un simbolismo scelto ad hoc.

È stato ipotizzato che il Kalki Purana sia stato scritto come risposta induista alle profezie buddhiste del Kalachakra Tantra o quelle relative a Maitreya.

6 commenti:

annamaria rossi ha detto...

Salve,
dai miei studi sulle scritture e testi sacri indù, ho scoperto che il messaggero dell'islam non era maometto, ma bensì ancora deve accadere in quanto si tratta del cavaliere dell'apocalisse di giovanni, verrà rivelato da Dio con un grande miracolo in mezzo ai musulmani, infatti si sacrificherà le sue gambe nella preghiera rivolta a Dio per la crescita delle gambe di una musulmana nata senza! Ecco perché si trascina la gamba ed attualmente è un uomo normale.
Inoltre nel libro di daniele cap.8, daniele vedeva, la II guerra mondiale, poi descritto successivamente in animali, mi sa spiegare a quale aneddoto si riferiva?
E sa chi è il piccolo corno?
Sappi che ho scoperto la chiave per interpretare i vangeli!
nell'attesa di una vostra riposta, cordiali saluti francesco.delpopolo@mail.ru, francesco

Aristarco di Samo ha detto...

Buongiorno e scusi per il ritardo della risposta! (non ho decisamente imparato a gestire bene le notifiche dei commenti... :-D )

La lettura dei libri di Daniele, così come di quelli di Ezechiele è argomento assai complesso: il simbolismo ermetico (non nel senso del Trismegisto, ma nel senso del significato poco chiaro ai non iniziati) rende difficile una interpretazione univoca e chiara (segue)

Aristarco di Samo ha detto...

Credo lei faccia riferimento alle 4 bestie (Leone, Orso, Leopardo, "Bestia") che Daniele stesso di essere simboli di regni (ocsì come il gigante dai piedi d'argilla del sogno di Nabucodonosor): quali siano i regni o stati è però difficile dirlo con sicurezza. Tradizionalmente si collegano ai regni del mondo antico (Babilonia, Persia, Sovrani Ellenisti, Roma) che dominarono gli ebrei: non si può dimenticare che ci sono dubbi sulla datazione di alcuni passi attribuiti a Daniele, che potrebbero essere molto tardi (segue)

Aristarco di Samo ha detto...

a cavallo dell'inizio dell'era volgare ci fu una diffusione di testi di apocalissi (= "visioni (Profetiche)") nel mndo ebraico, e spesso furono fatte "integrazioni" ed emendamenti a profeti precedenti (la stessa Genesi sembra essere un collage di diverse versioni).
Altrettanto complessa è l'interpretazione del "piccolo corno": a seconda degli interpreti sarebbe addirittura il papato, ma qui rientriamo in un contesto di "interpretazione attuale" (e pregiudizievole), mentre il mondo del mito, a mio personale giudizio, va (anche) oltre la stretta attualità

grazie per l'attenzione e, spero, buona lettura di questo blog
Eug\Aristarco

annamaria rossi ha detto...

buonasera, per interpretare i vangeli, con la nostra intelligenza non riusciremmo mai, invece rivolgendosi a Dio, la musica è diversa si possono comprendere, tutti!
il piccolo corno nel libro di daniele è israele, le quattro teste iniziali, sono le quattro potenze vincitrici della II guerra mondiale Il 30 ottobre 1943! Mentre le dieci corna sono la nascita della nato il 4 aprile 1949
nel capitolo otto daniele ha citato la II guerra mondiale, nei minimi particolari. Se vuoi comprendere i vangeli dai falsi, scritti da uomini che si credevano giusti, op dai veritieri, ossia coloro che anno visto il futuro con l'aiuto dell'Eterno, scrivimi alla mail, ti documenterò abbondantemente e visto che sei più preparato di me nel cercare, potresti interpretare correttamente tutti questi scritti biblici!
A presto francesco
Ps questa in sovraimpressione, si tratta della foto di mia cugina che gentilmente mi ha fornito il suo appoggio su google x la nostra discussione. Sono su fb come francesco del popolo, op alla mail francesco.delpopolo@mail.ru,

annamaria rossi ha detto...

buonasera, per interpretare i vangeli, con la nostra intelligenza non riusciremmo mai, invece rivolgendosi a Dio, la musica è diversa si possono comprendere, tutti!
il piccolo corno nel libro di daniele è israele, le quattro teste iniziali, sono le quattro potenze vincitrici della II guerra mondiale Il 30 ottobre 1943! Mentre le dieci corna sono la nascita della nato il 4 aprile 1949
nel capitolo otto daniele ha citato la II guerra mondiale, nei minimi particolari. Se vuoi comprendere i vangeli dai falsi, scritti da uomini che si credevano giusti, op dai veritieri, ossia coloro che anno visto il futuro con l'aiuto dell'Eterno, scrivimi alla mail, ti documenterò abbondantemente e visto che sei più preparato di me nel cercare, potresti interpretare correttamente tutti questi scritti biblici!
A presto francesco
Ps questa in sovraimpressione, si tratta della foto di mia cugina che gentilmente mi ha fornito il suo appoggio su google x la nostra discussione. Sono su fb come francesco del popolo, op alla mail francesco.delpopolo@mail.ru,