domenica 2 maggio 2010

A VOLTE SI RITROVANO... - Testi mitici


C'è poco da fare: ciò che si legge nell'infanzia rimane più impresso.
Meno distratti, più "affamati" di conoscenza, senza i filtri dell' "utilità" o del "poco tempo" che tanto tolgono al piacere della lettura, le letture giovanili si fissano ben più delle scoperte "intellettuali" da adulti.
Così, ve lo confesserò, un Borges mi prende tutto il cuore e tutta la mente, e vorrei tanto aver avuto la sua cultura, il suo modo di scrivere, e la sua capacità di portarmi in un mondo magico... che però purtroppo svanisce poco dopo la lettura.
Adoro Borges, mi fa sentire tanto bene mentre lo leggo, ma lo dimentico facilmente, e certo non per la difficoltà della sua lettura (col tempo ho letto cose che voi umani non avreste mai immaginato...).

Al contrario ricordo bene (mi piacerebbe dire "benissimo") i favolosi libri della collana "Dei ed Eroi della Mitologia" editi dalla Mondadori 25 anni fa: grande formato hardcover, splendide illustrazioni in bianco e nero e grandi tavole a colori...
Su quelle pagine lisce ho conosciuto le saghe vichinghe, e ho letto per la prima volta la storia dello Scimmiotto, e mi sono chiesto perchè le genealogie delle divinità egizie fossero meno precise di quelle greche. E mi sono arrabbiato perchè il libro sulla mitologia romana non aveva tutti i miti che ricordavo di aver letto in ultima pagina del fascicolo "Conoscere insieme" del "Giornalino" della Editrice San Paolo.
Aprire quei libri era ogni volta (perchè li divorai tante volte...) un entrare in un mondo mitico ed epico avvolgente, coinvolgente, appassionante. Una introduzione epr ragazzi della mia età al magico mondo del mito che, lo scoprivo proprio su quelle pagine, non era solo quello greco.
Bellissimo.

Mi feci regalare tutti quelli della "prima ondata" della collana, tranne quello sulla Mitologia Greca: per anni mi sono giustificato di quella scelta perchè ricordavo di averlo sfogliato in libreria, e avendo scoperto che lì si dava il nome "Iolao" a una donna (sic!) che avrebbe aiutato Eracle contro l'Idra di Lerna, disgustato da tanta superficialità (eccheccazz! Non poteva essere in disaccordo con il fondamentale "Il Grande Libro della Mitologia Greca e Romana" sempre della Mondadori!), rifiutati di comprarlo (anzi: rifiutai di insistere perchè me lo comprassero).

Anni dopo mi accadde di vedere in libreria altri volumi della serie "Dei ed Eroi", forse una "seconda ondata"...
I miti Celti! I Russi! Addirittura dell'India!
Ma la penuria finanziaria (all'epoca incominciavo a comprare i libri da solo...) e un certo pensare che erano libri troppo "per bambini" (le idiozie di quando si hanno quindici anni!), mi spinsero a lasciar perdere.
Poi nulla per anni, anche quando la mia senescenza mi spingeva, invece, a voler recuperare ciò che in fanciullezza avrei desiderato.

Infine poco tempo fa, l'epifania! In una biblioteca scolastica (benedette le biblioteche scolastiche, che come le benedettine abbazie medioevali nascondono tesori di carta spariti in qualunque alto luogo), ecco riapparire la collana!
Incompleta, ahimè (manca la Mitologia russa... grrr!), ma con preziosi testi come "Dei ed eroi della Mitologia Celtica", "Dei, spiriti e re della Mitologia Africana", "Dei, profeti e geni della MItologia Araba" e "Dei, santi ed eroi della mitologia Indiana".
Ovviamente, vista la mia già citata anzianità, me li sto procurando uno ad uno e li leggo forse non con la stessa immersione nel fantastico di quando ero piccolo, ma con un po' di quella chimica che mi faceva sentire tanto bene nella scoperta di tanti modi di raccontare.
E così eccole qui, le copertine di questo tempo ritrovato che sono i volumi sula mitologia Araba, Africana e Celtica.





L'indiana mi aspetta la prossima settimana, la russa... Se non è come l'araba fenice o come libri favolosi, prima o poi lo troverò!
Dovessi prendere la nave Argo o volare sulle ali di Pegaso per farlo!

PS: il libro della Mitologia Greca c'è, ovviamente. E a venticinque anni di distanza, ho scoperto che la memoria dei bambini è implacabile: "Iolao" è davvero dato come nome alla "donna" (ri-sic!) che aiuta Eracle contro l'Idra di Lerna!
Vergogna sui redattori disattenti, e certezza che, quasi sicuramente, quel libro non lo prenderò!
Sgrunt!

5 commenti:

Alioscia Martinelli ha detto...

Sono cresciuto anche io con quella collana! A distanza di anni ed anni ed anni [ora ne ho 37...] li conservo ancora, quasi tutti, quasi perfetti... sono stati la mia prima collezione!

E come te, all'epoca, non li potei comprare tutti... ad oggi, tre volumi mi mancano, la mitologia Africana, quella Romana e quella Cinese... e ogni tanto, con nostalgia, cerco su Internet qualche collezionista...

Ma effettivamente, cercare nelle biblioteche scolastiche è una ottima idea...

E' sempre un piacere scoprire che non sono l'unico ad aver potuto assaporare quella magia, semplificata, a volte grossolana ed incompleta, ma indelebile nella memoria, che poi mi ha portato a crescere nel mondo del mitico e del fantastico :)

Grazie per questo tuffo nel passato

Fabio Mancadori ha detto...

Se la stai ancora cercando, quella cinese la trovi su ebay

Fabio Mancadori ha detto...

Se la stai ancora cercando, quella cinese la trovi su ebay

alessandro ha detto...

Ciao,
Potresti postare la lista completa dei titoli? Grazie *_*

Ivan/Alioscia ha detto...

Fabio Mancadori: Grazie! Ho letto solo ora il commento, ad un anno di distanza, ma ho appena trovato su Ebay quella Cinese e quella Romana! [a "modici" 54 euro l'uno... ma è una cosa che devo avere :) ] ...ora mi manca solo quella Africana!